Pubblicato il

Quanto spesso dovresti cambiare il tuo spazzolino da denti?

E ‘una di quelle domande per la quale nessuno conosce veramente la risposta, ma è molto importante.

Gli esperti dicono che si dovrebbe cambiare lo spazzolino ogni tre mesi per mantenere una buona salute dentale.

Ogni 3 mesi?

Gli studi dimostrano che gli spazzolini da denti sono molto meno efficaci nel rimuovere la placca dopo il periodo di tre mesi o quando le setole sono deformate a ventaglio. Il che significa che dovresti abbandonare quello vecchio e sborsare per uno nuovo.

Cosa si nasconde tra le setole?

Gli esperti suggeriscono che è anche importante cambiare lo spazzolino da denti dopo sei stato ammalato o una volta guarito da un infezione della bocca.

Dr Bill Dorfman aggiunge: “Anche se non sei stato malato, funghi e batteri si sviluppano nel vostro spazzolino da denti.”

Suggerisce di asciugare lo spazzolino da denti tra un utilizzo al altro.

“Spazzolini da denti possono essere terreno fertile per germi, funghi e batteri”, aggiunge.

Tra le setole dello spazzolino può nascondersi un’orribile sorpresa! Ma questa è una storia lunga e spaventosa.

 

 

Una soluzione c’è!

Lo spazzolino Silver Care è l’unico spazzolino da denti con la testina antibatterica in argento che uccide, elimina, fa fuori i batteri che si nascondono tra le setole. Tutto questo è clinicamente testato e confermato. Quindi ogni volta che lavi i denti con Silver Care, è come se lo facessi con uno spazzolino nuovo.

E quando si consumano le setole, NON CAMBIARE LO SPAZZOLINO, cambia solo la sua testina. Silver Care è l’unico spazzolino al mondo con la testina intercambiabile in argento antibatterico.

 

IGIENE + RISPARMIO + ECOLOGIA, cosa vuoi di più?

Pubblicato il

La carie nemico dei denti!

La carie è una delle più note malattie dei denti. Acerrima nemica dei nostri denti, la carie colpisce il 75-90% delle popolazioni più civili.

Come si forma?

Per cause ancora non perfettamente chiare, i sali minerali dello smalto cioè della parte più esterna e dura del dente, cominciano a scogliersi e la tenera dentina (sostanza sotto lo smalto) viene intaccta portando alla formazione di una cavità che raggiungendo la polpa, l’infiamma provocando dolore.

la_carie_1

Cosa certa è che gli zuccheri sono i principali responsabili della carie. Rimanendo sulla superficie dei denti e negli “spazi” tra un dente e l’altro, formano una patina in cui si annidono i batteri che, associati alla fermentazione degli zuccheri, attaccano i nostri denti.

Certi tipi di batteri possono aggrappare alle superfici dure dello smalto che copre i tuoi denti. Se non vengono rimossi, possono moltiplicarsi e crescere fino a formare una colonia. Altri batteri si aggiungono a questa colonia. Insieme alle proteine del cibo che rimane nella saliva si forma un pellicola biancastra sul dente. Questa pellicola si chiama placca ed è una delle cause della formazione della carie.

 

Come prevenire allora questi danni?

Per prima cosa bisogna tenere pulita la nostra bocca (igiene orale) usando spazzolino, dentifricio e filo interdentale, aiutando così a rimanere sana e quindi a tutelare i nostri denti dal loro nemico: la carie!

Spazzola i denti almeno due volte al giorno — dopo colazione e prima di andare al letto. Se c’è lo fai, lavati i denti anche dopo pranzo o dopo una merendina zuccherata. Spazzolare bene distrugge la placca.